Genitori digitali

Genitori digitali

Navigare in un mare in tempesta. Quando dare un colpo al timone? Quando invece assecondare le onde? Essere genitore di un adolescente è sempre stata una sfida molto ardua, e lo è ancor di più oggi, in una società in cui l’essere immigrati o nativi digitali ha ampliato maggiormente il gap generazionale; in una quotidianità in cui i genitori non hanno modelli a cui fare riferimento e quindi si sentono soli, incompetenti e pieni di dubbi.

Come educare un adolescente con lo sguardo perennemente rivolto alla sua protesi digitale a casa, in classe, al ristorante e persino quando si trova con gli amici? Il loro essere perennemente connessi li farà crescere inebetiti, privi di senso critico e incapaci di distinguere ciò che appartiene al mondo reale e ciò che invece è virtuale? Oppure tutto questo fa parte del mondo in cui viviamo e di cui loro non ne sono che lo specchio? Forse si tratta di una nuova realtà con cui gli adulti si devono confrontare adottando nuove strategie educative. Quello che non dobbiamo dimenticare è che gli adolescenti, di qualunque epoca storica, sono individui che hanno a disposizione un motore troppo potente che non sono in grado di guidare da soli.

Questa metafora ci permette di comprendere quanto una presenza discreta e consapevole al loro fianco, da parte dei genitori, sia quanto di più necessario e quanto di più hanno bisogno.

Questo opuscolo è pensato per gli adulti che quotidianamente si relazionano con gli adolescenti. L’aspetto che secondo noi lo rende particolarmente interessante e unico nel suo genere è il fatto di essere stato pensato e scritto da genitori per altri genitori; l’aspetto innovativo sta proprio nel com’è nato.

Il progetto “Cittadinanza Digitale” che coinvolge 15 Istituti Comprensivi del Comune di Parma, ha previsto durante l’anno scolastico 2015-2016, diverse proposte formative rivolte a ragazzi, docenti e genitori. Tra le azioni per i genitori vi è stata anche quella che ha permesso, attraverso il coinvolgimento di un rappresentante di ciascun Istituto Comprensivo, di arrivare alla stesura di queste pagine. I genitori hanno infatti partecipato a cinque incontri formativi/informativi che avevano come obiettivo la creazione di questo opuscolo e la condivisione di quanto emerso con altri genitori delle scuole coinvolte. L’idea sottostante questo lavoro è di riuscire ad avviare un processo di informazione e incontro tra genitori.

Quanto avrete modo di leggere nelle pagine successive è infatti frutto degli apprendimenti e delle riflessioni condivise, nate durante questi cinque incontri.

Gli incontri che abbiamo introdotto, approfondendo gli aspetti psicologici affrontati in ciascuna scuola, hanno visto il coinvolgimento dell’associazione Cromosoma 2.0 per quanto riguarda gli aspetti tecnici e legali relativi all’uso dei social network e da Telefono Azzurro
sulle tematiche educative.

È stato interessante e stimolante incontrare genitori desiderosi di mettersi in discussione e porsi domande alle quali non è facile dare risposte. Speriamo che questo lavoro possa rappresentare un punto di partenza per creare nuove occasioni di apertura e confronto tra adulti, così importante per ri-creare un agire condiviso di una comunità educante.

 

Stefania Caltieri e Silvia Panella
Psicologhe Associazione Coinetica

Amministrazione Trasparente

 

Contatti

Indirizzo: Via Cuneo 3/A 43122 PR 
CF: 80010970343
Tel: 0521781870; 0521786278
pric825008@istruzione.it
pric825008@pec.istruzione.it
Cod. fornitori: UFJNIQ
Cod. mec.: PRIC825008

IC Toscanini - Giocampus

miur pon